Lenticolare: Cos'è

Il particolare sistema di immagini lenticolari nasce già nei primi anni del novecento, ma solo oggi con l'ausilio della computer grafica e di particolari materiali si sono raggiunti straordinari effetti visivi. La tecnologia lenticolare si basa sull'elaborazione grafica di immagini attraverso un software specifico associato ad una "lastra lenticolare ". questo particolare materiale riesce a far visualizzare all'utente immagini differenti a secondo del punto di osservazione . le immagini lenticolari offrono al creativo una sorprendente capacità comunicativa, rivoluzionando la grafica pubblicitaria con un sistema si comunicazione dinamico e rendendo possibile la trasformazione delle grafiche 2D in accattivanti comunicazioni 3D.

Come si realizza

Per la creazione di un'immagine lenticolare bisogna avere a disposizione delle immagini ad elevata risoluzione da un minimo di 300 dpi a 1000dpi nella dimensione finale di stampa. I formati riconosciuti dal software sono molteplici tra cui i comuni Photoshop (Psd), (Tif), Adobe Illustrator (Ai), (esp), Corel draw, La Rotoform che ha nel suo organico un reparto grafico potrà seguirvi ed aiutarvi nella preparazione dei file dall'idea al prodotto finale, consigliandovi le soluzioni migliori e più adatte al risultato che vorrete ottenere.

Gli effetti

Effetto flip Questo effetto è ottenuto mediante l'utilizzo di due immagini che si sostituiscono. Si può scegliere di avere una sostituzione netta o sfumata Moving Questo effetto è ottenuto mediante l'utilizzo di un minimo di due immagini ad un massimo di dodici. Le immagini si susseguono ricreando l'animazione voluta che sarà più o meno fluida a seconda del numero di immagini utilizzate. Morphing Questo effetto è ottenuto mediante l'utilizzo di un minimo di due immagini ad un massimo di dodici. Le immagini si susseguono ricreando un'animazione di trasformazione che sarà più o meno fluida a seconda del numero di immagini utilizzato. Zoom Questo effetto è ottenuto mediante l'utilizzo di un minimo di due immagini ad un massimo di dodici. Le immagini si susseguono ricreando l'animazione d'ingrandimento che sarà più o meno fluida a seconda del numero di immagini utilizzate. 3D Questo effetto è ottenuto mediante un accurato studio dell'immagine che dovrà avere uno sfondo che verrà utilizzato come spazio tridimensionale , mentre gli altri elementi verranno posizionati in livelli diversi. Ogni immagine e livello dovrà avere una mappa di profondità. Effetto Panorama Questo effetto è ottenuto mediante l'utilizzo di una'immagine a 360°, simulando la rotazione del punto di osservazione. La Qualità dell'effetto è data dalla risoluzione dell'immagine.